Pagine

25.1.17

MARATONA HP - Harry Potter e la pietra filosofale

Ciao miei carissimi si oggi sono in mega ritardo, ma sono giornate stra piene!!
Comunque dicevamo, oggi si parla di Harry Potter e la pietra filosofale.
Siamo arrivati alla fine di questo primo libro, le discussioni dei primi capitoli le trovate QUI e della seconda parte è QUI.
Oggi pensavo di farvi un bel riassuntino libro e film, pro e contro di entrambi!!
Parlando delle cover, quella italiana della prima edizione non era proprio il massimo, diciamolo pure che la prima cover a me non piaceva, si l'ho detto!!
Mentre le cover delle altre edizioni mi piacciono moltissimo, voi che dite, apriamo un dibattito, quale è la vostra cover preferita per questa prima edizione!??!
Parlando della locandina del film, devo dire che mi piace molto, i personaggi principali (del film) in mostra e l'ambientazione magica, veramente bella!!
PS: direi grazie salani per non aver cambiato mai la cover del libro con le locandine dei film (è una cosa che detesto) scusate il momento sfogo!!

24.1.17

Se non ti vedo non esisti | Teaser Tuesday #2

Ciao miei carissimi cincilla, come vi ho detto ieri questa settimana sono di corsaaaaaaa, mi sento una trottola..
Comunque dicevamo, oggi martedì è tempo di rubrica e io mi sono data al Teaser Tuesday, questo frammento è tratto dal primo capitolo di Se non ti vedo non esisti di Levante, un libro che mi ha fatto emozionare, ve ne parlerò giovedì!!

Dopo essermi svegliata di colpo da un sogno che, per quanto mi sforzi di ricordare, non mi torna in mente, ho percorso a piedi nudi il pavimento della mia stanza da letto dritta verso il bagno.
Questo pavimento è così freddo nelle mattine torbi-de degli ultimi tempi, in cui anche il sogno più recente non trova la strada per la memoria e, cercando tracce della notte nel riflesso del mio specchio, non c’è modo di tirar fuori null’altro che la ripetizione ossessiva dei soliti gesti: sciacquo la faccia, lavo i denti, metto la cre-ma idratante (ma forse è il caso di cominciare a usarne una antirughe) e poi inizio a truccarmi.
È un procedimento lunghissimo perché ogni gesto è seguito da una profonda pausa in cui mi fermo a riflet-tere sul nulla.
Strano riflettere sul nulla. Il mio nulla è tutto, per ogni volta in cui mi sono detta “non è nulla!” davan-ti a un fortissimo pugno allo stomaco, a un crampo al cuore, a un attacco d’asma illuminante, per tutte quelle volte in cui ho capito che non c’era poi una grande dif-ferenza tra la mancanza di carezze e quella di ossigeno.
Il mio nulla è un armadio dove con disattenzione ripongo cose importanti. Le butto dentro senza apri-re troppo le ante, anzi ne dischiudo leggermente sol-tanto una e con un gesto veloce ci nascondo il mio di-spiacere.
Ciao. Vai. Se rimarrai lì dentro non esisterai più qui fuori, ti lascio nell’ombra, dove non posso vederti.
Se non ti vedo non esisti.
Se non mi vedi non esisto.
E siamo rimasti così. «Non cercarmi per un po’!» mi ha detto.
E io non l’ho fatto.
È il momento del blush. Lo metto color pesca, che mi dà un po’ di vita, perché questa carnagione olivastra non mi aiuta affatto.
Occhi negli occhi. I miei occhi.

È un libro che incanta, scritto con la stessa poesia con cui Levante compone le sue canzoni, è lei e beh io ho avuto i brividi per tre quarti di libro, giovedì ve ne parlo meglio.
Fatemi sapere se vi ha incuriosito..
Co.

23.1.17

Recensione SOLO L'AMORE | Self Day

Ciao miei carissimi, iniziamo la settimana con una nuova recensione, ma prima piccolo appunto per la programmazione di questa settimana. Visto che sono in piena fase recupero Parigi, pre nuovo semestre sono sommersa dalle cose da fare, quindi...
Oggi, lunedì, avrete una bella recensione di un'autrice self, martedì ritorno con il Teaser Tuesday, perché il libro che sto leggendo merita tutto lo spazio possibile e inimmaginabile^^, mercoledì c'è il post dedicato alla maratona HP, tutti quelli che vogliono partecipare ai vari giveaway devono commentare questo post (avranno 3 punti!!), giovedì recensione di un libro che è molto rosa ma che non è proprio rosa (vi sto confondendo eheheh) venerdì recensione film con assegnazione popcorn preferito :P
Si ho invertito un po' di cose ma capitemi :) Ora possiamo passare alla recensione di oggi, un libro che mi ha stupito, tantissimo!!

SOLO L'AMORE
di Francesca Lesnoni
★★★★ chi l'ha detto che a 50 anni non si può capire cos'è la Vita
∆ Self | ∆ 25 Gennaio 2016 | ∆ Narrativa | ∆ 155p 2,99€ | Amazon

TRAMA:
Lucia è scomparsa... nessuno sa che fine abbia fatto la dolce sorella di Carlo, unico indizio un biglietto: 
"Non preoccupatevi, sto bene. Vado dove ho sempre desiderato essere, da che ho memoria..." 
Nessuno però si preoccupa realmente della sparizione di Lucia tranne Pier che, innamorato da sempre di lei, decide di prendersi un anno sabbatico per dedicarsi alla misteriosa ricerca. 
Per sua fortuna Pier potrà contare sull'aiuto di alcune persone, come i signori Dardi, due amabili vecchietti, che gli consegneranno dei bigliettini scritti da Lucia; o Luigi, un sapiente tappezziere con la passione per la lettura, che lo aiuterà a mettere ordine nei suoi taccuini pieni di appunti e divagazioni; o l’amatissimo padre che, al momento opportuno, saprà cogliere una traccia importante… 
Ma, prima di trovare Lucia, Pier dovrà confrontarsi con una diversa percezione di sé e degli altri, rivisitare la propria vita, comprendere qual è il suo vero sogno... 
Grazie al suo intelligente umorismo e piccoli colpi di scena, Pier si ritroverà su un aereo diretto a Parigi. 
Sarà lì che finalmente rincontrerà Lucia? 


LO CONSIGLIO?!
Decisamente si.
Quando l'autrice mi ha contattato, ho letto la trama e mi ha incuriosito molto ma non avevo grandi aspettative, invece è stata una bellissima sorpresa.
La storia è originale, ben scritta, emozionante e coinvolgente, i personaggi sono tutti fuori dall'ordinario.
Il protagonista, ultra cinquantenne, che si mette a cercare la donna della sua vita, quell'amore giovanile che ha sempre sepolto per non affrontarlo, ma che invece di trovarla ritrova se stesso, quel suo vero io, riacquista la voglia di vivere con il bicchiere mezzo pieno.

18.1.17

MARATONA HP - Discussione Cap 9/17 di HP e La pietra filosofale

Ciao miei carissimi banda di babbuini oggi siamo arrivati a parlare della seconda parte del primo libro della saga di Harry Potter...
Se vi siete persi la discussione dei primi capitoli eccovi il LINK!! Vi lascio anche il link dell'evento su Facebook, se volete partecipare!!
E ora iniziamo con le cose serie..
Ci eravamo lasciati con tutte le domande di Harry, i molti interrogativi che riguardavano il pacchetto che Hagrid aveva preso alla banca dei maghi.
Ritorniamo alla scuola di Magia di Hogwarts con Harry sempre più protagonista, determinato e consapevole di se stesso. Si ritrova ad essere il Cercatore più giovane da molto tempo, avvicinandosi alla figura del padre, uno dei miei momenti preferiti; riesce a cavarsela nelle varie scaramucce che ha con Malfoy e il rapporto con Ron cresce sempre di più.
Hermione sembra ancora fuori dal trio, incapace di gestire il suo lato secchiona con gli altri Grifondoro e soprattutto con Ron e Harry.
La sera di Halloween, poi, a causa di un troll di troppo Harry, Ron e Hermione si ritrovano a condividere un'avventura che li segnerà; sconfiggono il troll insieme e Hermione si ritrova a mentire per salvare Harry e Ron da una probabile punizione.
Ecco questo è il momento in cui il duo diventa un trio, e niente io sono già con gli occhi a cuoricino, Hermione aveva bisogno di loro due, ma loro, soprattutto Harry, avevano bisogno di lei, delle sue regole e del suo carattere.

Poi, senza guardarsi negli occhi, tutti e tre dissero "Grazie" e corsero via a procurarsi dei piatti. Da quel momento, però, Hermione Granger divenne loro amica. È impossibile condividere certe avventure senza finire col fare amicizia, e mettere k.o. un troll di montagna altro più di tre metri è fra quelle.

La prima partita di Quidditch, la viviamo con Harry, viviamo la sua tensione, la sua voglia di dimostrare chi è senza la fama di un atto che neanche ricorda.
Come sempre la Rowling ci porta dentro, con descrizioni e con la sua agilità viviamo questo nuovo sport e si anche noi ragazze urliamo e incitiamo come Hermione^^
L'arrivo del Natale ci regala la magia nella magia, le descrizioni della scuola imbiancata e addobbata mi fluttuano ancora in mente, quanto vorrei essere anch'io in quelle sale *-*
Per Harry è il primo vero Natale che passa allegro e spensierato, con tutti i fratelli Weasley che sono rimasti anche loro a scuola. E beh lui riceve uno dei famosi maglioni alla Weasley, alzi la mano chi non lo vorrebbe. (io e mio fratello abbiamo cercato in lungo e in largo qualcuno per farceli fare ma ancora niente, ufffff lo vogliamo eheh)
Harry che non era abituato a ricevere regali, quelli veri, fatti con amore e per il puro gusto di rallegrare, ne riceve e tra questi compare il mantello dell'invisibilità, bel regalino, altro dettaglio che ci lega al padre!!!
Harry si ritrova ad indossarlo per un sopralluogo notturno in biblioteca, lui, Ron e Hermione erano alla ricerca di informazioni su Flamel dopo la soffiata involontaria di Hagrid. Purtroppo per sfuggire a Filch e Piton si ritrova ad entrare in una stanza, una stanza con uno specchio, lo specchio di Emarb.
Uno dei miei momenti preferiti, Harry che non ha avuto una vera famiglia si ritrova a specchiarsi e vedere madre, padre, nonni, un'intera e allegra famiglia che lo abbraccia con amore.
Scusate ma a me sono venuti gli occhi lucidi, quando incrocia lo sguardo con la madre e il padre, quando capisce chi sono quelle persone, bellissimo.

17.1.17

Acqua Sporca | Teaser Tuesday #1

Buongiorno, buonpomeriggio e buonasera sognatori, oggi inauguro due nuove cose..
Come noterete questa è la tanto famosa rubrica Teaser Tuesday, ovvero estratti dei libri in lettura pubblicati di martedì, è una rubrica di quelle classiche, e visto che nel blog non ho niente per pubblicare solo estratti mi sembrava l'ideale iniziare questa rubrica..
Non credo che la pubblicherò tutti i martedì ma quando non ho tempo per preparare un post più complesso e/o quando leggo un estratto che voglio condividere con tutti voi!!!
E questa è la prima novità, la seconda riguarda Wattpad, perché, rullo di tamburi, sono sbarcata anch'io su questa piattaforma.
Questo è il mio Profilo, se volete seguirmi oppure indicare autori da seguire, o libri, insomma datemi qualche indicazione in più che sono proprio imbranata!!!

Passando all'estratto di oggi, riguarda proprio il mio approdo su Wattpad. Francesca, un'autrice che ho avuto la fortuna di conoscere mi ha invitato a leggere il suo romance e beh visto che a me piace molto come scrive, ieri ho trovato il tempo per leggerlo, ha caricato 15 capitoli, ma sono brevi e veloci da leggere.
Il libro in questione si chiama Acqua Sporca, è una storia forte, tratta tematiche importanti e per ora sembra molto interessante il punto di vista dell'autrice e di come è entrata con i personaggi nell'argomento.
Eccovi l'estratto...

C'è un post-it appiccicato sul lato. La grafia è veloce, dell'ultimo momento, ma conserva la sua eleganza.
PER MANUELA. BUON NATALE, T.
Ingoio un groppo che si era fermato in gola. Forse, sono stata troppo precipitosa nel giudicarlo. Scarto il pacco con reverenziale attenzione, come se avessi già intuito che racchiude qualcosa di fragile. Contiene un vaso. Lo tiro fuori sempre più perplessa. È bianco con delle striature dorate sulla pancia e sulla parte superiore. Lo rigiro tra le mani, chiedendomi quale significato dovrei attribuirgli. Nessuno mi ha mai regalato un vaso. Se proprio devo essere onesta non è neppure tanto bello.
"Dartelo davanti a tutti avrebbe richiesto troppe spiegazioni che non avevo voglia di dare." Tristano mi ha seguita. Se ne sta, in piedi, sulla porta e continua a fissarmi con quei suoi occhi verdi stranamente seri. "Lo sai cos'è il Kintsugi?"
Scuoto il capo in segno di diniego. Tristano si avvicina, sfila il vaso dalle mie mani, lo accarezza come fosse una cosa incredibilmente preziosa. "In Giappone se un oggetto si rompe, non lo buttano via. Lo riparano con della resina mista a oro o argento, recuperandolo e rendendolo un pezzo unico nel suo genere".
Resto senza parole e con una dirompente voglia di scoppiare in lacrime. Mi mordo una guancia per resistere, ma sono sicura che i miei occhi siano già diventati lucidi. Come fa? Come fa questo sconosciuto a spalancare la porta ed entrare in certi punti della mia anima dove non ho mai permesso a nessuno di accedere? Come fa a capirmi così? A vedermi, quando cerco in ogni modo di starmene nascosta? "È bellissimo" riesco a dire dopo qualche istante.
Tristano si appoggia al tavolo, incrocia le braccia e ridacchia. "Bellissimo non direi. È bella la metafora che rappresenta. Tutto quello che è rotto può essere riaggiustato.. anche le persone".

16.1.17

NON DIRGLI CHE TI MANCA [Recensione]

Ciao miei lettori, nuova recensione, nuovo libro di cui mi sono innamorata, che posso dire questo 2017 è iniziato con il piede giusto!!!
Vi lascio alla scheda e alla recensione perché ho così tante cose da dirvi che so già che parlerò troppo!!!!

NON DIRGLI CHE TI MANCA
di Alessandra Angelini

Newton Compton | 17 Novembre 2016 | New Adult



Isabella è a pezzi. Deve vedersela con un padre di successo, per il quale non c’è un altro futuro possibile se non quello che lui stesso ha immaginato per la figlia. E come se non bastasse, il suo fidanzato, quello che secondo tutti era il ragazzo perfetto, la tradisce spezzandole il cuore. Così decide che è arrivato il momento di cercare la propria strada e trasferirsi da Roma a Bologna per studiare. Ma la vita è sempre pronta a sorprenderti: nel caso di Isabella l’imprevisto si chiama Denis, tatuatissimo batterista dei Bad Attitude. In una notte che cambia tutto, Isabella infrange ogni regola. I due si imbarcano in una relazione turbolenta, fatta di lunghe separazioni, resa complicata dall’insofferenza del padre di lei e dalle insicurezze della ragazza. Nonostante le differenze sociali, quello che Denis e Isabella provano l’uno per l’altra è un sentimento insopprimibile, forte e delicato, violento e dolce allo stesso tempo, qualcosa che va oltre le regole, ma che non sembra destinato a finire, come quelle melodie che entrano nella testa e non se ne vanno più…

Avete presente quando vi ritrovate all'ultimo capitolo del libro, quella sensazione di no non voglio leggerlo perché poi finisce tutto e si voglio leggerlo voglio assolutamente sapere come finisce. Beh questo libro mi ha fatto correre fino all'ultima pagina per leggerlo, per poi farmi tornare indietro e rileggere alcuni passi, perché è bello, ma di quel bello che ti entra nel cuore.
Inizi a leggere questo libro pensando beh un altro libro dei tanti, lo finisci pregando l'autrice di darti notizie sul seguito, perché non vuoi credere che i BA finiscano qui!!!

Beh andiamo con ordine, qualche mese fa la Newton mi aveva mandato questo libro, io l'avevo riposto nella pila dei libri da leggere e poi tra nuovi arrivi e università era finito nel dimenticatoio poi ho preparato la valigia per tornare a casa casa nel periodo delle feste e avevo spazio giusto per due libri, e guarda un po' chi mi sono portata, si proprio Non dirgli che ti manca, e come sempre devo fare mea culpa, perché dovevo leggerlo prima.

11.1.17

MARATONA HP - Discussione Cap 1/8 di HP e La pietra filosofale

Ciao mia carissima balbettante bambocciona banda di babbuini, lo sapete che questo è l'inizio della vostra impresa, il primo giorno ad Hogwarts. Siete pronti, siete carichi, siete maghi/streghe!?!?
Si lo sapete come sempre mi parte il trip.. comunque bando alle focaccine mettiamoci seduti comodi che questo inizio è da analizzare bene bene..
Ah dimenticavo, per tutti quelli che non sanno cosa è questa iniziativa, vi invito a leggere QUESTO post così da capire in che guaio noi ci siamo cacciati!!
Ah ri-dimenticato, NON LEGGERE QUESTO POST SE NON HAI LETTO IL LIBRO, SUPER SPOILER, io vi ho avvisato!!

Parliamo dell'incipit, molto discusso e la stessa J.K. Rowling ha detto che ha trovato non poche difficoltà nel scriverlo.
Beh io forse sono troppo di parte, ma questo primo capitolo è una chicca, mi spiego: entriamo a conoscenza di due fatti, 1 che la famiglia Dursley è orgogliosa di essere perfettamente normali e 2 che la famiglia Potter è strana, e in quel giorno succedono cose strane, voli di gufi, gente che festeggia, mantelli di ogni colore.
Questo incipit è senza dubbio uno dei miei preferiti, una saga come questa non poteva non iniziare in questo modo, la penna della Rowling è percepibile fin da subito, la sua precisione nei dettaglia e nelle cose soffuse.
Il primo personaggio che incontriamo, di cui abbiamo una descrizione è Silente.

In Privet Drive non s'era visto niente di simile. Era alto, magro e molto vecchio, a giudicare dall'argento dei capelli e della barba, talmente lunghi che li teneva infilati nella cintura. Indossava una tunica, un mantello color porpora che strusciava per terra e stivali con i tacchi alti e le fibbie. Dietro gli occhiali mezzaluna aveva occhi azzurro chiaro, luminosi e scintillanti, e il naso era molto lungo e ricurvo, come se l'avesse rotto almeno un paio di volte. L'uomo si chiamava Albus Silente.

Subito vediamo Silente interagire con un gatto, ehm volevo dire con la professoressa McGranitt, il loro dialogo ci lascia molte domande in sospeso e quella più importante è rivolta a Harry, il bambino sopravvissuto.
Questo primo capitolo è veramente interessante perchè vediamo interagire la famiglia Dursley e il mondo della magia, Silente, la McGranitt e Hagrid. Il tutto ci lascia con la testa piene di domande, credo che sia la stessa sensazione che proverà Harry qualche capitolo più avanti, quando Hagrid al suo 11esimo compleanno gli rivela di essere un mago.
Ah Rowling, Rowling, come potremmo vivere senza la tua storia?!?!
Dopo il primo capitolo, la confusione (ricercata) per lo spezzone che abbiamo del mondo magico, ritorniamo con la vita normale, con Harry Potter che vive con gli zii e il cugino. Ma chi è Harry Potter?

Harry aveva un viso sottile, ginocchia nodose, capelli neri e occhi di un verde intenso. Portava un paio di occhiali rotondi, tenuti insieme con un sacco di nastro adesivo per tute le volte che Dudley lo aveva preso a pugni sul naso. L'unica cosa che a Harry piaceva del proprio aspetto era una cicatrice molto sottile sulla fronte, che aveva la forma di una saetta. Per quanto ne sapeva, l'aveva da sempre...

Harry è un semplice bambino, orfano, sottovalutato da tutti, non amato dagli zii (che lo hanno cresciuto con indifferenza) e picchiato dal cugino.
Harry non crede in se stesso e proprio quando Hagrid arriva a consegnagli la lettera per Hogwarts (dopo tutte le peripezie che lo zio Vernon ha sottoposto la sua famiglia, compreso Harry, per sfuggire alla consegna di questa lettera), lui chiede ad Hagrid, nelle milioni di domande che possono affollare la testa di un bambino di 11 anni che si ritrova ad affrontare un mondo nuovo, ecco lui chiede Che cosa sono, io?. Non credeva possibile che lui, il più sfruttato e sfigato bambino di undici anni, potesse essere un mago.
Harry si presenta così, ma anche con molta determinazione, sa che c'è qualcosa che non torna, che manca nella sua vita, e questa lettera, questo nuovo mondo è quel tassello mancante nella sua vita.

10.1.17

USCITE CINEMATOGRAFICHE GENNAIO017

Ciao miei carissimi babbuini, eccovi tutte le uscite cinematografiche che mi hanno incuriosito questo mese!!
RUBRICA A CADENZA MENSILE (il 2 di ogni mese)
DOVE SELEZIONO I FILM PIÙ INTERESSANTI DEL MESE.

Sing (ANIMAZIONE), questo film lo desidero vedere dalla prima volta che ho visto qualche immagine, non so perchè ma mi ha preso tantissimo.
Sono troppo curiosa, speriamo che non deluda!!!!!
Esce il 4 Gennaio. TRAILER

Un film di Garth Jennings. Durata 110 Minuti.

TRAMA: Una commedia musicale sul coraggio, la competizione e sulla capacità di eseguire una melodia.
l koala Buster Moon si è innamorato del teatro all'età di sei anni e al teatro ha dedicato la sua vita. Ha anche accumulato una discreta serie di fiaschi e di debiti e ora è ricercato dalla banca a cui ha chiesto un prestito e dai macchinisti che reclamano lo stipendio. Come salvare capra e cavoli? Buster ha un'idea geniale: un talent show. Apre quindi le porte del suo teatro ad una lunga fila di aspiranti cantanti e performer e sceglie i suoi gioielli: Rosita, maialina madre di 25 figli piccoli, Mike, topino vanitoso e vocalist d'eccezione, Ash, porcospina dal cuore rock e Johnny, scimmione dall'animo blues.


Assassin's Creed (AZIONE), non so più neanche io da quanto aspetto questo film, poi c'è quel manzo di Michael Fassbender e allora l'ansia e le aspettative sono ad un livello stellare.
Preghiamo tutti insieme che non sia una cagata, forza vi voglio sentir pregare, fatelo per me e il mio povero cuore!
Esce il 4 Gennaio. TRAILER

Un film di Justin Kurzel. Con Michael Fassbender, Marion Cotillard, Jeremy Irons, Brendan Gleeson. Durata 115 minuti.

TRAMA: Dopo aver girato insieme Macbeth, Marion Cotillard e Michael Fassbender recitano di nuovo insieme in un live action diretto dal regista Justin Kurzel. Grazie ad una tecnologia rivoluzionaria in grado di sbloccare i ricordi genetici, Callum Lynch (Michael Fassbender) sperimenta le avventure di Aguilar, suo antenato della Spagna del XV secolo, scoprendo così di discendere da una misteriosa società segreta, gli Assassini. Raccogliendo conoscenze e abilità straordinarie, Callum sarà in grado di sfidare una potente e crudele organizzazione Templare dei giorni nostri.


Collateral Beauty (DRAMMATICO), altro film che sto aspettando da tantissimo.
Will Smith torna con un ruolo drammatico e ricco di emozione, sono proprio curiosa di vedere questo film perché la storia e le dinamiche mi sembrano molto originali!!
Esce il 4 Gennaio. TRAILER

Un film di David Frankel. Con Will Smith, Edward Norton, Kate Winslet, Michael Peña. Durata 94 minuti.

TRAMA: Un newyorchese cade in depressione ma i colleghi di lavoro escogitano un piano per farlo rinsavire. Howard è il manager di maggior successo di una grande azienda. Colpito dalla tragedia della morte della figlia di sei anni, non riesce a tornare a vivere. I suoi tre migliori amici e colleghi di lunga data vengono a sapere che ha scritto delle lettere, al Tempo, all'Amore e alla Morte, e assoldano tre teatranti perché impersonino queste entità astratte e dialoghino con Howard, scuotendolo e riportandolo alla consapevolezza che la sua vita non è finita.

9.1.17

25 GRAMMI DI FELICITÀ [Recensione]

Ciao miei cari sognatori, ma se vi dicessi che voglio iniziare l'anno con una nuova recensione, mi credereste, e addirittura se vi dicessi che vi sto per parlare di un librino che mi ha scaldato il cuore e commosso, mi credereste di nuovo?!?
Beh anno nuovo, nuove abitudini, quindi si oggi lunedì, recensione, spero che sarete belli svegli e carichi per leggerla tutta^^

25 GRAMMI DI FELICITÀ
di Massimo Vacchetta, Antonella Tomaselli

Sperling & Kupfer | 31 ottobre 2016 | Biografico | 192p 17€



«MA PERCHÉ LO FAI? COSA TI RENDONO I RICCI?»
«MI RENDONO FELICE.»
COME L’INCONTRO CON UN ANIMALE INDIFESO PUÒ CAMBIARTI LA VITA. UNA STORIA VERA.
Massimo si trova per caso a sostituire un collega veterinario. «Ah, ricordati di dare il latte anche a lei.» È così che conosce Ninna, una riccetta orfana di appena 25 grammi, che si affeziona a lui come se fosse la mamma: gli lecca il viso, corre quando la chiama, lo segue ovunque e lo conquista con la sua dolcezza. Ma un animale selvatico deve tornare libero…In questo libro Massimo Vacchetta racconta l’incontro straordinario che gli ha cambiato la vita, perché quella bestiolina indifesa ha infranto tutte le sue barriere e gli ha dato una nuova missione: prendersi cura dei ricci feriti e restituirli alla natura.

Ho letto questo libro tutto d'un fiato, mi sono lasciata travolgere dalla vita di Massimo, dalle sue scelte e dalla sua umanità.
25 GRAMMI DI FELICITÀ non è solo un libro, è una vita, è il destino che si è palesato davanti ai piedi di Massimo e gli ha dato una scelta. Ho amo questo libro proprio perchè a mio parare, si vede come il destino, il caso, ci pone davanti a scelte che ci cambiano il resto della vita.

"Ho realizzato solo dopo, e con fatica, che amore è anche comprendere, accettare e rispettare la natura di un altro essere. E che il vero amore non chiede nulla in cambio.
Pure ogni ricco che è passato dal centro, o che ancora è qui, è nel mio cuore. Perché ognuno ha lasciato, o lascia, un suo segno."


Il libro è scritto in prima persona, l'autrice, Antonella Tomaselli ha parlato con Massimo, si è fatta raccontare tutto, lunghe ore di telefonate che hanno portato alla stesura di un librino di poco meno di 200 pagine ma che è un toccasana per l'animo.
Lo stile è indiscutibile, perfetto in tutte le sfumature del libro.

IL MIO 2017 - come vorrei che fosse?!?

Buongiorno miei cari lettori, e ben tornati, ebbene si dopo l'influenza, la chiusura forzata del blog, eccoci qua, che dite se iniziamo con un bel CIAO 2017 *urlo liberatorio*
Ok dopo questo, oggi iniziamo con un post che mi sembrava giusto scrivere essendo il primo post dell'anno nel blog..
Ovvero tutti gli appuntamenti della mia lista to do in 2017 che vorrei spuntare, iniziamo che sono un bel po' di cosine..

Come prima cosa in assoluto, c'è la tesi, si, se sentiste la mia voce ogni volta che nomina questa parola sapreste che me la sto facendo sotto, sono in pari con gli esami, ma pensare alla tesi, implica pensare al futuro, una laurea triennale è importante ovvio, ma ci sono altri mille decisioni da prendere, cose in bilico e zero certezze. Proprio la cosa che odio di più.. ma comunque siamo qui, quest'anno, teoricamente a Novembre 2017, io vado a discutere la mia tesi, non ammetto ripensamenti o slittamenti, ne io ne ERGO che mi ha finanziato il mio soggiorno bolognese ^^
Sistemata la mia vita universitaria, come seconda cosa c'è il blog. Ormai non riesco a vedere la mia vita senza il blog, senza la mia oretta di blogging giornaliera ehehe e il bello è che non è un lavoro, c'è non vedo nessun vincolo, nessuna oppressione, sono solo io che mi diverto come una bischera a scrivere recensioni più o meno strampalate e a straparlare con voi, ecco diciamo che con tutte le voci che girano io non ho ancora affrontato il periodo "voglio chiudere il blog", anzi io vorrei averlo aperto molto prima eheheh!!!
Detto ciò per il mio piccolo blog vorrei che questo 2017 sia ricco di recensioni, libri E FILM (e serietv, diamo sfogo a tutto il mio lato nerd!!).
Vorrei tanti commenti da parte vostra, ok non tanti, ma diciamo almeno uno a post così da non farmi sentire sola e abbondante, ok?!?
Per quanto riguarda le iniziative nella blogosfera, c'è la mia Maratona HP a cui stanno partecipando abbastanza persone, cosa che non mi aspettavo, e vedremo di portarla a termine con tante cose carine!!!!
Se non sapete cosa è clicca QUI^^
Poi partecipo ad altre due sfide letterarie..
Quella di Un libro e una tazza di tè, due letture al mese, una secondo l'argomento proposto e una libera. Direi che ce la dovrei fare a portarla a termine!!!
E infine l'altra è del blog Universi incantati, una lettura made in italy al mese, anche qui non dovrei trovare difficoltà!!
Per quanto riguarda i film e le letture, mi sono imposta un minimo, ovvero 50 libri e film, rispettivamente da leggere e guardare nel 2017!!
Poi parlando della mia vita da nomade, vorrei visitare una città europea nuova, MADRID è nella lista delle città da vedere da troppo tempo!!!
MA comunque vorrei viaggiare un po' di più soprattutto in Italia e ovviamente tornare a Londra!!
Per gli eventi a cui vorrei partecipare nel 2017 ci sono: 1. Mugello 2017 con Jorge Lorenzo in Ducati, sono previsti infarti multipli; 2. concerto di Levante a Bologna, 6 Maggio siete tutti invitati sappiatelo; 3. il nuovo evento letterario che si terrà a Milano, Tempo di libri (19-23 Aprile); 4. l'evento di Modena Buk Festival (18-19 Febbraio); 5. l'evento di Roma Più libri più liberi (6-10 Dicembre).
Questi sono i sicuri, quelli che ho praticamente fissato tutto, compreso i biglietti!!
Poi boh se Ed Sheeran ti tira fuori un tour internazionale e ti arriva a Milano/Roma che fai non vai a sentirlo?! No che non puoi non andare. E con tutte ste negazioni lo so che vi sto confondendo eheh

Questi sono i punti dei miei propositi per il 2017, ho grandi aspettative per quest'anno, perchè so che sarà un anno di cambiamenti, ma parto con l'aspettativa più grande ovvero verso di me, di migliorarmi sempre, non voglio passare un altro anno a piangermi addosso, basta cazz è tempo di vivere e affrontare la vita sempre al meglio.
Vi auguro un bellissimo 2017, con tante letture, film, abbracci (sia da mangiare che fisici^^) e un barattolo di Nutella a portata di mano, o cucchiaio.
Ci leggiamo in giornata, arriveranno molti post, stati tranquilli e seduti comodi.
Co.
Copyright © PALLE DI NEVE DI CO
Template by: La Creative Room